Certificazione energetica: avrà preso la sufficienza la casetta di Daisy?

È ufficiale ormai: lascio la casa con la parete verde e il frigo rosso (quello viene con me, però!). Di questo appartamento, che è stato la mia prima vera casa, porto via la luce del quinto piano e le colazioni davanti alla finestra a guardare le montagne. I tornei di calcio sotto casa fino alle due di notte, d’estate, quando le finestre sono aperte per il caldo. Il verso dei gabbiani, sì, i gabbiani a Torino ci sono per davvero e sono qui.

Casa Arredamento frigo rosso

Il mercato sotto casa e il banco di formaggi di fiducia. Porto il ricordo dell’odore di brioches la sera. Da quale forno arrivasse non l’ho mai capito. La rampa delle scale, che ad alzare gli occhi per guardarla, lascia senza fiato. Gli odori intensi di cucina che arrivano dalla portineria, e le storie della portinaia che vive nello stabile da cinquant’anni.

Scale

La nuova casa avrà una parete verde menta, l’ho già deciso, tanta luce, il vociare dei bambini nella scuola di fronte e il mercato di quartiere, perché senza non ci so stare. Non ha la porta a bussola, ahimè, è stata rimossa, ma i parquet consumati che cigolano sotto i piedi e le porte doppie d’inizio ‘900 laccate di bianco. I soffitti alti che quasi risuona l’eco e un bagno orribile, che presto non ci sarà più. Mi accingo, di nuovo, a vagare in cerca di piastrelle e rubinetterie, contare le calorie dei termosifoni, rivedere i punti luce, scegliere tra caldaie turbo o a tenuta stagna senza capirne all’incirca nulla, forte del mio ruolo di direttore improvvisato dei lavori per la casa con la parete verde e il frigo rosso. Che presto sarà abitata da qualcun altro.

Per vendere o affittare un immobile è necessario però il rilascio di un attestato di certificazione energetica (ACE), che rileva il comportamento energetico di un edificio o di un’unità immobiliare. Attenzione, in materia esiste un po’ di confusione: nel giugno 2013 l’attestato di prestazione energetica (APE) ha sostituito la certificazione energetica. Le modalità di calcolo rimangono invariate, mentre l’APE dovrà fornire indicazioni più dettagliate circa i suggerimenti per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio e, nel computo dei fabbisogni energetici dell’edificio, dovrà tenere conto anche della ventilazione. In questa fase di transizione, però, leggo che alcune Regioni italiane, tra cui il Piemonte, hanno legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici e che pertanto non valgono le norme contenute nella disciplina nazionale. A Torino l’ACE è ancora valido, quindi.

Grazie Groupon per venirmi in aiuto anche stavolta! Acquisto il servizio a 49€, costo estremamente competitivo per il prezzo di mercato.

Preso l’appuntamento con lo Studio Geometra R.V., l’incaricata rileva innanzitutto le misure dell’immobile e le dimensioni delle finestre con il laser misuratore.

certificazione energetica

Sono necessarie, mi spiega, per valutare la trasmittanza termica; tale parametro, insieme ad altri che tengono in considerazione l’efficienza dell’impianto di riscaldamento, la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, permette di classificare un immobile tramite l’indice di prestazione globale e la classe energetica di appartenenza. Al termine del sopralluogo, mi vengono richieste altre informazioni legate alla tipologia e alla potenza del riscaldamento condominiale. Il mio stabile è infatti allacciato alla rete di teleriscaldamento cittadina. Curiosità: lo sapete che Torino è la città più teleriscaldata d’Europa?

Certificazione energetica

Tra una decina di giorni la relazione tecnica sarà pronta. Chissà se la mia casetta prenderà la sufficienza?

Un Commento

  1. Veo cositas que te habia regalado ;) ))
    Ciao ciao casa de Daisy antes de conocerte…!
    besoooos

Inserisci una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>